Smart Navigation in Smart Area

L’Area della Ricerca del Cnr di Pisa è un edificio enorme: un dedalo di corridoi, aule, stanze e laboratori.

La mappa interattiva consentirà a dipendenti e visitatori di muoversi con maggiore facilità all’interno dell’Area, ottenendo indicazioni sul percorso da seguire a partire dalla ricerca testuale di personale, servizi, ingressi, aule, eccetera. Durante la Notte dei Ricercatori verranno mostrati gli strumenti utilizzati per realizzare e mantenere i dati della mappa, e gli attuali prototipi di applicazione.

Musica nell’atrio

13692523_901195620010242_8665049759269047237_n

L’atrio dell’Area della Ricerca del Cnr di Pisa si trasforma in un hall per  musica classica,  grazie al trio d’archi composto da Dawon Ghang (violino), Ignazio Alayza (viola) e Gabriele Ferdeghini (violoncello). I giovani musicisti, tutti diplomati con il massimo dei voti al Conservatorio “Giacomo Puccini” di La Spezia e già con una discreta carriera concertistica alle spalle, allieteranno il pomeriggio di Bright, eseguendo musiche di Franz Schubert (Trio D471 (incompiuto) in Si bem.Magg., Trio D581 in Si bem. Magg.) e di George Enescu (“Aubade”).

Strane trasformazioni

Fenomeni di luminescenza, effetti speciali, strane trasformazioni. Non stiamo parlando di un film di fantascienza, ma degli effetti prodotti da alcuni esperimenti che verranno proposti dall’Istituto di Chimica dei Composti Organo Metallici (Iccom-Cnr), il 30 settembre,  durante la Notte dei Ricercatori 2016.

Tra queste, la cosiddetta reazione del semaforo chimico, in cui a causa della progressiva ossidazione da parte dell’ossigeno atmosferico dei componenti della miscela, il colore della soluzione passa dal giallo al rosso e successivamente, al verde; oppure il “dentifricio dell’elefante”, in cui l’azione catalitica dello ione ioduro favorisce una veloce decomposizione dell’acqua ossigenata, con sviluppo di un gas, che in presenza di un detergente, forma un’abbondante schiuma.