Nuovi materiali per la biomedicina

 

7Q6A2256

In questo laboratorio vi offriremo una visione dei possibili sviluppi futuri dei biomateriali che, nelle loro molteplici forme, potranno avere un forte impatto per la salute umana. I recenti avanzamenti nella biologia cellulare e molecolare hanno permesso di superare il concetto di biomateriali come sostituti inerti di tessuti viventi e di andare nella direzione di promuovere la rigenerazione autonoma di un organo danneggiato, come avviene in certe specie ma non nell’uomo. L’ultima frontiera dei biomateriali è quella di riprodurre la complessa architettura dei tessuti viventi mediante la combinazione di opportuni segnali morfologici, chimici, meccanici e biologici a livello di tutte le scale dimensionali: nano, micro e macro. Una nuova sfida è rappresentata dalla progettazione di micro-nanoparticelle per il rilascio mirato di farmaci in grado di massimizzarne l’efficacia riducendo gli effetti collaterali e la citotossicità; aspetti di particolare rilevanza soprattutto nel trattamento di malattie tumorali e croniche.  

Lascia una risposta