Social media addiction

Il fenomeno Social Media nell’ultimo decennio ha visto una crescita esponenziale, coinvolgendo un numero sempre maggiore di persone. Ma esiste un nuovo malessere che colpisce una buona percentuale di persone che frequentano le piattaforme sociali, si chiama “Social Network addiction” ed è una sorta di dipendenza dal vivere perennemente “connessi”, aggiornando e controllando continuamente il proprio profilo. Nel seminario sarà mostrata una panoramica sul fenomeno dei social  media, dalla nascita, la diffusione delle principali piattaforme, fino alle attuali tendenze, mostrando anche i pericoli nascosti dietro l’utilizzo compulsivo di questi strumenti.

Nanobiotecnologie: nuovi materiali e tecnologie per le scienze della vita

Grazie alle nanotecnologie abbiamo materiali nuovi e possiamo plasmarli fino alla scala di pochi atomi: questo permette di immaginare nuovi strumenti per studiare i fenomeni biologici, come ad esempio il modo in cui le cellule aderiscono, migrano, comunicano e si differenziano in funzione delle caratteristiche dell’ambiente circostante. Simili ricerche aiutano a migliorare i protocolli di medicina rigenerativa o a sviluppare dispositivi miniaturizzati, chiamati lab-on-chip, in grado di ospitare su un chip microscopico un vero e proprio laboratorio di analisi biochimiche che funziona con volumi piccolissimi di campioni biologici. Le ricercatrici dell’Istituto Nanoscienze mostreranno al pubblico alcune attività di ricerca all’incrocio tra le nanotecnologie e le scienze della vita.

Il Laboratorio di Neuroscienze (presso CnrNanoscienze e NEST) si occupa da anni di studiare diverse patologie del Sistema Nervoso Centrale attraverso l’impiego di tecniche di microscopia a due fotoni in vivo accoppiate all’elettrofisiologia classica. Presso la nostra postazione con demo ed esperienze illustreremo le ricerche in corso in questo campo, in particolare quelle riguardanti l’autismo e l’epilessia, che sorprendentemente ma non troppo, coesistono in una larga percentuale di casi clinici. 

Funghi “buoni” e “cattivi” dal suolo agli alimenti

 

FUNGHI

Un viaggio nella diversità  fungina: dai funghi commestibili e velenosi che incontriamo nei boschi a quelli che contaminano i nostri alimenti, passando per le specie utili nelle trasformazioni alimentari.