Economia circolare

 

Diversi materiali di scarto, quali fanghi di depurazione, scarti di filiera di attività agro-industriali e sedimenti di dragaggio contaminati, possono essere riciclati nell’ambiente.

Durante Bright, i ricercatori dell’Istituto per lo Studio degli Ecosistemi del Cnr (Ise-Cnr) mostreranno come l’associazione fra piante (fitotrattamenti) e microorganismi naturalmente presenti ha permesso di recuperare e riqualificare questi  sedimenti, trasformandoli in un materiale con caratteristiche simili a un suolo naturale (tecnosuolo) adatto per la coltivazione di fiori e ortaggi.

In un altro progetto mostreremo come la Posidonia oceanica, pianta acquatica molto comune nei nostri mari  che ogni anno si deposita sulle nostre coste (sono, per intenderci, quelle piante che comunemente tutti chiamano alghe, ma che in realtà non sono delle vere e proprie alghe…ma questa è un’altra storia…) può essere compostata e utilizzata come substrato di coltura per la produzione nel settore vivaistico.

La vita sotto i nostri piedi

 

La biodiversità del suolo garantisce l’efficienza del riciclo degli elementi nutritivi e della metabolizzazione delle sostanze inquinanti. Uno degli indici di qualità del suolo e degli ecosistemi terrestri è l’aumento o la diminuzione di tanti piccoli animaletti che vivono sotto i nostri piedi.

Questa attività curata dai ricercatori dell’Istituto per lo Studio degli Ecosistemi del Cnr (Ise-Cnr) e dedicata ai bambini dai 7 agli 11 anni, prevede l’osservazione, al computer e al microscopio, di questi piccoli animaletti, la mesofauna del suolo, come acari e collemboli per esempio, e delle loro funzioni nella rete alimentare di un ecosistema. Sarà anche mostrato e spiegato come si possono estrarre questi organismi da una zolla di terra.

 

 

Ripuliamo il mondo…le piante ci aiutano

 

Pochi forse lo sanno, ma alcune piante vengono utilizzate per bonificare i terreni inquinati.

A Bright-La Notte dei ricercatori nell’Area della Ricerca del Cnr di Pisa, i ricercatori dell’Istituto per lo Studio degli Ecosistemi del Cnr (Ise-Cnr), attraverso alcuni simpatici esperimenti e alcune semplici presentazioni, vi mostreranno come vengono messi appunto questi processi di bonifica e quali risultati si possono ottenere.