La Linguistica Computazionale ai tempi dell’Intelligenza Artificiale

Come leggere un testo riconoscendone gli elementi informativi rilevanti e come scrivere un elaborato impiegando strutture linguistiche che lo rendano chiaro, semplice e comprensibile? Gli strumenti di analisi automatica del contenuto e della forma linguistica di un testo sviluppati dalla linguistica computazionale possono facilitare questi compiti. Essi permettono infatti di estrarre automaticamente da un testo le informazioni rilevanti e le principali caratteristiche linguistiche ricostruendo lo stile di scrittura, aiutando la comprensione del testo in fase di lettura e fornendo utili consigli per scrivere un testo di qualità. Durante Bright la Notte dei Ricercatori, in questo laboratorio realizzato dall’Istituto di Linguistica Computazionale del Cnr (Ilc-Cnr) verrà mostrato come tecnologie per l’acquisizione e l’organizzazione di informazione linguistica e semantico-lessicale contenuta in collezioni di testi possano essere utilizzati per monitorare le abilità linguistiche di chi scrive, valutare il livello di accessibilità del testo e identificarne in maniera automatica i contenuti rilevanti.

Un testo a testa

 

Studiare e annotare i testi grazie alle nuove tecnologie è diventato più semplice. I ricercatori dell’Istituto di Linguistica Computazionale del Cnr (Ilc-Cnr) durante Bright – La Notte dei ricercatori ci spiegheranno l’importanza di annotare collaborativamente i testi letterari con informazioni di tipo linguistico e stilistico. Mostreranno come annotare i testi  in modo destrutturato, semistrutturato e strutturato grazie a linguaggi formali specifici del dominio critico-letterario.
Ai partecipanti verrà chiesto di annotare una breve porzione di alcuni testi letterari in lingua italiana, latina e greca, individuando le figure retoriche e la presenza di altri fenomeni linguistici e stilistici.

Stimolazione vibroacustica

 

Da un piccolo studio pilota su una popolazione di giovani adulti è stato riscontrato che la stimolazione sensoriale avrebbe potenziali effetti terapeutici sui disturbi neurovegetativi, sui disturbi del sonno e del comportamento.

Durante Bright la Notte dei Ricercatori del Cnr nell’Area della Ricerca di Pisa si potrà provare una seduta di stimolazione vibroacustica comodamente sdraiati su una chaise longue progettata dai ricercatori dell’Istituto di Fisiologia del Cnr (Ifc-Cnr), in collaborazione con l’Istituto di Informatica e Telematica del Cnr (Iit-Cnr)