Bright 2018: la ricerca si “illumina” di nuovo

L’Area della Ricerca del Cnr di Pisa si illumina di nuovo per Bright – La Notte dei Ricercatori 2018.

La sera del 28 settembre oltre 1500 persone, hanno visitato le più di 30 attività presenti negli spazi dell’Area della ricerca pisana, tra dimostrazioni scientifiche, giochi e seminari.

Il momento clou di Bright – La Notte dei Ricercatori all’Area della Ricerca di Pisa è stato il Bright Tech Talk, un evento che ha legato la scienza allo spettacolo. Sul palco dell’Auditorium dell’Area della Ricerca di Pisa si sono avvicendati 8 ricercatori provenienti da diversi istituti del Cnr di Pisa che hanno raccontato in pochi minuti 8 storie di scienza e di ricerca. Le storie erano legate fra loro da 3 elementi comuni: il cervello, organo umano ancora tutto da scoprire e allo stesso tempo “strumento di lavoro” per chi lavora nel mondo della ricerca, il futuro e la preservazione e la valorizzazione degli ecosistemi naturali terrestri e marini.

All’evento sono intervenuti anche 3 ospiti speciali: i lettori del Teatro Sant’Andrea, guidati da Giulia Solano, con un “recitar cantando” ispirato alla vita di Galileo Galilei; Andrea Michielotto, redattore di Lercio, con una puntata speciale del Tg Lercio dedicato alla scienza e alla ricerca, e l’attore e cabarettista di Zelig Stefano Bellani, che insieme al ricercatore dell’Istituto Nazionale di Ottica del Cnr (Ino-Cnr) Andrea Macchi, ha presentato “Dead Men Working”, uno sketch teatrale dedicato al tema del precariato nel mondo del lavoro e della ricerca.

La Notte dei Ricercatori si è conclusa con la consueta Spaghettata della Ricerca nella mensa del Cnr, che ha avuto come gradito ospite il Magnifico Rettore dell’Università di Pisa Paolo Mancarella e con il concerto de “ILCaos”, una rockband interamente composta dai ricercatori dell’Istituto di Linguistica Computazionale del Cnr (Ilc-Cnr) .

 

Lascia un commento