Archivi tag: Aula A28

Nanobiotecnologie: nuovi materiali e tecnologie per le scienze della vita

Grazie alle nanotecnologie abbiamo materiali nuovi e possiamo plasmarli fino alla scala di pochi atomi: questo permette di immaginare nuovi strumenti per studiare i fenomeni biologici, come ad esempio il modo in cui le cellule aderiscono, migrano, comunicano e si differenziano in funzione delle caratteristiche dell’ambiente circostante. Simili ricerche aiutano a migliorare i protocolli di medicina rigenerativa o a sviluppare dispositivi miniaturizzati, chiamati lab-on-chip, in grado di ospitare su un chip microscopico un vero e proprio laboratorio di analisi biochimiche che funziona con volumi piccolissimi di campioni biologici. Le ricercatrici dell’Istituto Nanoscienze mostreranno al pubblico alcune attività di ricerca all’incrocio tra le nanotecnologie e le scienze della vita.

Il Laboratorio di Neuroscienze (presso CnrNanoscienze e NEST) si occupa da anni di studiare diverse patologie del Sistema Nervoso Centrale attraverso l’impiego di tecniche di microscopia a due fotoni in vivo accoppiate all’elettrofisiologia classica. Presso la nostra postazione con demo ed esperienze illustreremo le ricerche in corso in questo campo, in particolare quelle riguardanti l’autismo e l’epilessia, che sorprendentemente ma non troppo, coesistono in una larga percentuale di casi clinici. 

Funghi “buoni” e “cattivi” dal suolo agli alimenti

 

FUNGHI

Un viaggio nella diversità  fungina: dai funghi commestibili e velenosi che incontriamo nei boschi a quelli che contaminano i nostri alimenti, passando per le specie utili nelle trasformazioni alimentari.

Nutraceutica: una nuova frontiera fra tradizione e innovazione

La nutraceutica è una disciplina scientifica che  analizza  i costituenti benefici contenuti negli alimenti e ne  evidenzia gli effetti esercitati sulla salute. Durante gli ultimi anni  molti studi riportati in letteratura hanno messo in evidenza lo stretto rapporto tra alimentazione e salute; l’assunzione di determinati alimenti o la diversa  composizione della dieta può influenzare  i processi metabolici  che sono alla base di molte  patologie (cardiovascolari, metaboliche, tumorali).