Archivi tag: Esterno

Chimicando

7Q6A2346

Tutto quello che ci circonda è scienza e con l’utilizzo del metodo scientifico sarà possibile conoscere, spiegare e interpretare il mondo.  Tutti noi siamo viviamo tra oggetti e strutture, modi di vita, lavori e divertimenti che derivano dalla ricerca scientifica e possiamo considerarci “Made in Science”. Anche la Chimica quindi applica il metodo scientifico. Ma se chiediamo ai bambini a che cosa viene loro in mente ascoltando la parola “Chimica” si ottengono le risposte più diverse: “Fumo scoppi e puzza”….”bottiglie e ampolle colorate”. In questo laboratorio saranno mostrati piccoli esperimenti di chimica con metodo scientifico. Lo scopo sarà quello di ottenere la risposta “La Chimica è quando mettiamo insieme due cose e se ne ottiene un’altra diversa”, per portare anche a modificare il pensiero negativo che molti hanno della Chimica e applicare quanto affermato da Einstein: ” La mente è come il paracadute. Funziona solo quando è aperta”.

L’antico gioco del go

gioco del go

Il go è il più antico gioco da tavolo, nato in Cina circa 4000 anni fa e diffuso nel mondo in tempi moderni a partire dal Giappone, dove era il gioco dei nobili fin dal ‘600.

Gioco di estrema eleganza e di regole semplicissime, la sua complessità è tale che solo nel marzo dell’anno scorso il  programma AlphaGo di Google DeepMind, usando per la prima volta tecniche di intelligenza artificiale allo stato dell’arte (deep neural networks) e la potenza distribuita di calcolo di centinaia di processori, è riuscito a sconfiggere uno dei più forti giocatori del mondo, il coreano Lee Sedol, in una serie di cinque partite con una posta in gioco di un milione di dollari conclusasi 4-1.

I membri del club ToscanaGo vi aspettano per avvicinare curiosi e interessati a questo affascinante gioco.

Tensegrity Challenge

tensegrity

Le strutture basate sul principio della Tensegrity sono costituite da aste rigide e cavi e sono robuste pur riuscendo a mantenere tutti gli elementi rigidi staccati tra di loro. L’esistenza di questo tipo di strutture, che ha notevoli proprietà statiche in termini di leggerezza, resistenza e semplicità costruttiva, è nota da molti anni, ma la loro progettazione è  rimasta estremamente complicata: solo pochi esempi di queste strutture sono stati progettati e costruiti. Recentemente all’Istituto di Scienze e Tecnologie Informatiche del Cnr è stata inventata una nuova tecnica che permette la progettazione automatica di questa classe di strutture a partire da una forma qualsiasi.

Per fare meglio capire al pubblico le proprietà di queste strutture, chi visiterà questo stand durante la “Notte dei Ricercatori 2017” potrà mettersi alla prova e tentare di assemblare alcuni semplici modelli composti da poche aste e corde.