Archivi tag: IBF

Alla scoperta dei segreti del mare con gli oceanografi

Quali sono i segreti nascosti del mare?  Ė vero che la nostra vita dipende da questo elemento? E in che modo l’uomo sta mettendo a rischio il delicato equilibrio che consente la vita negli oceani e sul pianeta? Come si studiano gli oceani? Cosa fanno esattamente gli oceanografi? Come funziona il ciclo del carbonio in mare?

Se siete curiosi e cercate delle risposte a queste domande partecipate al laboratorio “Alla scoperta dei segreti del mare con gli oceanografi”! Il laboratorio prevede uno spazio per i piccolissimi e uno per i grandi. L’attività proposta mira a far riflettere in modo interattivo e giocoso su queste tematiche e a presentare il lavoro svolto dagli oceanografi.

 

 

Esplorando il nanomondo

 

La natura è grande nelle piccole cose ma è grandissima nelle piccole(Plinio il Vecchio).

Le nanotecnologie sono fondamentali in moltissimi campi, dai trasporti all’elettronica, all’industria chimica e biotecnologica.

In campo farmaceutico, per esempio, le nanotecnologie servono soprattutto per creare nuovi sistemi di somministrazione dei farmaci che ne migliorano gli effetti, l’efficacia e la sicurezza. Come vettori, inoltre, trovano impiego anche nella diagnostica per immagini, per lo più in ambito oncologico.

Purtroppo esiste un’altra faccia della medaglia che consiste nell’immissione nell’ambiente di nanoparticelle, sia derivate dalle nanotecnologie, che dalla degradazione di materiali macro (es. plastiche). Qual è l’impatto che queste nanoparticelle possono avere nell’ ambiente marino (si sa che alla fine tutto finisce in mare!)? Cosa rischiano i microrganismi, alla base della catena alimentare marina?

Nel corso del laboratorio vi mostreremo le attività di ricerca svolte nell’Istituto di Biofisica riguardanti alcune potenzialità delle nanoparticelle e i possibili effetti sugli organismi viventi.

Cosa hanno in comune il battito d’ali di una farfalla, il sistema solare e una popolazione di lamming?

Molti fenomeni fisici e biologici hanno in comune il fatto di essere difficilmente prevedibili (si pensi alle previsioni metereologiche di lungo periodo ad esempio o ai terremoti). Quali potrebbero essere i motivi di questa impossibilità di prevederne l’evoluzione futura con grande precisione?  Lo scopo di questa attività  sarà quello di spiegare, in modo semplice,  quali possono essere le ragioni di questa nostra incapacità di previsione. In particolare, si mostrerà  che anche i sistemi, la cui evoluzione nel tempo è determinata da regole note (deterministiche),  possono essere imprevedibili (caos deterministico).