Archivi tag: IPCF

Fonti di energia rinnovabile e non-rinnovabile

Un gioco per comprendere come funziona la dinamica di esaurimento delle risorse non rinnovabili e per sviluppare una strategia di sostituzione delle risorse non rinnovabili con quelle rinnovabili. Nel gioco ciascun giocatore rappresenta una compagnia energetica che ha la possibilità di cercare e vendere petrolio o costruire impianti di energie rinnovabili. Poiché questi ultimi hanno un costo maggiore di quelli petroliferi, inizialmente conviene alla compagnia investire in trivellazioni, man mano che la risorsa petrolifera si assottiglia però la convenienza decresce. La scelta strategica di quando iniziare l’investimento in rinnovabili determina chi, alla fine del gioco, avrà la maggiore produzione energetica e la posizione economica migliore.

Nuovi materiali per la biomedicina

 

7Q6A2256

In questo laboratorio vi offriremo una visione dei possibili sviluppi futuri dei biomateriali che, nelle loro molteplici forme, potranno avere un forte impatto per la salute umana. I recenti avanzamenti nella biologia cellulare e molecolare hanno permesso di superare il concetto di biomateriali come sostituti inerti di tessuti viventi e di andare nella direzione di promuovere la rigenerazione autonoma di un organo danneggiato, come avviene in certe specie ma non nell’uomo. L’ultima frontiera dei biomateriali è quella di riprodurre la complessa architettura dei tessuti viventi mediante la combinazione di opportuni segnali morfologici, chimici, meccanici e biologici a livello di tutte le scale dimensionali: nano, micro e macro. Una nuova sfida è rappresentata dalla progettazione di micro-nanoparticelle per il rilascio mirato di farmaci in grado di massimizzarne l’efficacia riducendo gli effetti collaterali e la citotossicità; aspetti di particolare rilevanza soprattutto nel trattamento di malattie tumorali e croniche.  

Chimicando

7Q6A2346

Tutto quello che ci circonda è scienza e con l’utilizzo del metodo scientifico sarà possibile conoscere, spiegare e interpretare il mondo.  Tutti noi siamo viviamo tra oggetti e strutture, modi di vita, lavori e divertimenti che derivano dalla ricerca scientifica e possiamo considerarci “Made in Science”. Anche la Chimica quindi applica il metodo scientifico. Ma se chiediamo ai bambini a che cosa viene loro in mente ascoltando la parola “Chimica” si ottengono le risposte più diverse: “Fumo scoppi e puzza”….”bottiglie e ampolle colorate”. In questo laboratorio saranno mostrati piccoli esperimenti di chimica con metodo scientifico. Lo scopo sarà quello di ottenere la risposta “La Chimica è quando mettiamo insieme due cose e se ne ottiene un’altra diversa”, per portare anche a modificare il pensiero negativo che molti hanno della Chimica e applicare quanto affermato da Einstein: ” La mente è come il paracadute. Funziona solo quando è aperta”.