ICCOM – Pagina 2 – La Notte dei Ricercatori CNR 2021
  • Type:
  • Category:

ICCOM

Luci e colori

 

Un laboratorio interattivo, in cui bambini e adulti potranno divertirsi con le sostanze e con la loro capacità di trasformarsi. Modificando un po’ la composizione di una miscela, oppure per semplice agitazione o fornendo energia, potranno osservare straordinari effetti di luce e colore.

Giocheranno con sostanze di uso comune ma anche con quelle che si usano di solito in laboratorio, con sostanze fluorescenti, con indicatori naturali, con reazioni chimiche divertenti, con fuochi d’artificio in miniatura e con lampade che si accendono… in forno.

E ricordiamoci che la conoscenza delle proprietà della materia, in particolare della sua capacità di interagire con la luce e l’energia, ci permette di mettere a punto metodi di indagine fondamentali per avere informazioni sulla nostra salute e su quella dell’ambiente che ci circonda.

Da scarto a risorsa, la seconda vita dei rifiuti elettronici

Per la ‘Notte dei Ricercatori’ il laboratorio di Spettroscopia Laser e Applicata dell’Istituto di Chimica dei Composti Organometallici del Cnr presenta  un progetto per la realizzazione di stampanti 3D di costo estremamente ridotto,  ottenute attraveroso il recupero di materiale elettronico da oggetti dismessi (scanner, fax, stampanti).

Il progetto è principalmente orientato alle Scuole Superiori del territorio,  nasce nel corso dello scorso anno scolastico e ha portato alla realizzazione di una stampante 3D da parte degli studenti dell’IPSIA Fascetti di Pisa.

Nel corso della Notte dei Ricercatori mostreremo ai visitatori tutta la filiera del progetto: partiremo dal recupero dei materiali elettronici e meccanici e termineremo con l’assemblaggio di una stampante 3D perfettamente funzionante, passando per un corretto smaltimento delle parti non utilizzate.

La ‘sfida’ che i Ricercatori del Laboratorio cercheranno di superare sarà quella di completare il montaggio della stampante 3D entro la fine dell’evento, utilizzando i materiali recuperati e le parti meccaniche che verranno realizzate utilizzando un’altra stampante 3D ‘riciclata’ costruita in precedenza dai Ricercatori del Laboratorio.

 


 

Facciamo i colori!

4W9A2653

Come si può ottenere il colore in un laboratorio di chimica? Partendo da una soluzione esistono vari modi: con una variazione di temperatura, per semplice agitazione o in seguito ad una reazione. Con vari esperimenti (arcobaleno chimico, reazioni oscillanti, indicatori naturali di pH, semaforo chimico) a carattere dimostrativo vedremo come dare vita al colore: con becher e contagocce mescoleremo diverse sostanze, molte delle quali di uso quotidiano, osserveremo come agisce la chimica e come può aiutarci nella comprensione delle proprietà della materia. E con semplici spiegazioni dimostreremo come non sia magia, ma chimica!

Scroll to top